Pin It
TENDA DELLA LUNA

TENDA DELLA LUNA

Posted by on 12 Gen, 2017 in blog, Sciamanesimo | 0 comments

Tenda della Luna, luogo di accoglienza,

Tempo dell’introspezione,

Rispetto dei cicli del corpo,

Rinnovo della vita.

 

Ritirarsi nel silenzio,

Sacra Tenda Nera dell’Ovest,

Ragazza, Donna e Nonna,

Madre Terra vi offre riposo.

 

La Tenda della Luna è il posto della donna, il luogo in cui le donne si ritrovano durante il loro periodo mestruale per essere in comunione le une con le altre e con i mutamenti che si verificano all’interno dei loro corpi.

Ma molto tempo fa, durante questo speciale periodo del ciclo lunare, le donne venivano allontanate dai doveri familiari perchè potessero ritirarsi nella Tenda della Luna e beneficiare della compagnia delle loro Sorelle.

Tradizionalmente, il Tempo della Luna è il sacro momento in cui una donna viene onorata come una Madre della Forza Creatrice. In questo periodo la donna abbandona la vecchia energia trasportata dal corpo e si prepara a ricollegarsi con la nuova fertilità di Madre Terra che porterà in sé nel corso della Luna o mese seguente. I nostri antenati compresero l’importanza di lasciare che ogni donna avesse il suo Spazio Sacro durante questo tempo di ricollegamento con la Terra, perché le donne erano portatrici di abbondanza e di fertilità. Le donne erano le madri che avrebbero ampliato la Tribù donando nuovi figli, favorito la fertilità dei raccolti grazie al loro collegamento con Madre Terra e custodito i sogni della Nazione nel loro ventre fino a renderli realtà. Nel periodo della Luna le donne non erano feconde e, non potendo concepire, avevano diritto al loro momento di riposo.

Nessuno avrebbe mai osato impedire ad una donna di recarsi al ritiro durante il Tempo della Luna. Sarebbe stata una mossa pericolosa da parte di qualsiasi Membro della Tribù. Insistere perché una donna continuasse ad eseguire i propri doveri domestici avrebbe creato una frattura nel suo indispensabile e naturale momento di collegamento. Tale comportamento poteva scatenare la collera di Madre Terra. Pertanto, se a qualche donna veniva negato il diritto di collegarsi con Nonna Luna e/o Madre Terra, la fertilità e l’abbondanza della Tribù o dell’intera Nazione, potevano essere compromesse. Gran parte di questo collegamento si è perso nel mondo odierno ed è mia opinione che molti dei problemi che le donne moderne si trovano ad affrontare in relazione ai propri organi sessuali potrebbero essere mitigati se si continuasse ad onorare la necessità di ritirarsi e di ricollegarsi con Madre Terra e Nonna Luna.

Nonna Luna regola il flusso delle maree (l’acqua o il sangue, di nostra Madre Terra) e il ciclo della donna segue lo stesso tipo di ritmo. Quando più donne condividono uno stesso spazio vitale, i loro corpi cominciano a sincronizzare i cicli mestruali e alla fine avranno il Tempo della Luna simultaneamente. Tale ritmo naturale è uno dei legami della Sorellanza.

Le donne onorano il sacro sentiero quando riconoscono la conoscenza di tipo intuitivo che è insita nella loro natura ricettiva. Confidando nei cicli del loro corpo e lasciando emergere con essi anche le proprie sensazioni, le donne sono state per molti secoli Veggenti e oracoli importanti delle Tribù. Nella tradizione Seneca, il corpo governativo della Nazione è formato da otto Clan e ciascun Clan ha la sua Madre. Queste donne hanno l’ultima parola su qualsiasi argomento. Si sa che ogni tipo di crescita ha origine dalla donna. Proprio come le Madri dei Clan, ciascuna donna può, imparando ad usare le doti dell’intuito e della saggezza, accedere alla verità che la guiderà sul Sentiero Sacro.

Le Tende di Medicina e le Tende della Luna delle donne vengono a volte chiamate “Tende Nere”. Il Nero è il colore dell’Ovest nella Ruota di Medicina. L’Ovest è il luogo della donna, il luogo di tutti i nostri domani e la dimora dell’Orso. Come l’Orso si ritira nella grotta per digerire le informazioni e il cibo accumulati durante l’anno, così la donna si ritira nella Tenda della Luna per onorare i doni che ha ricevuto da Madre Terra durante la Luna passata. Il colore nero del cielo notturno è dominato dalla luce argentea di Nonna Luna ed è di natura femminile. Questo è un altro motivo per cui le tende delle donne sono chiamate Tende Nere.

E’ proprio durante il Tempo della Luna che le donne condividono le loro visioni, i sogni, le esperienze e i talenti. Poiché le Tende Nere sono proibite agli uomini – proprio come le Società e i Clan dei Guerrieri sono proibite alle donne – a ciascun genere è consentito di riunirsi con gli altri componenti nell’ambito della rispettiva Fratellanza o Sorellanza che funge loro da sostegno e favorisce lo scambio delle comprensioni individuali che rafforzano la totalità. Le Tende Nere costituiscono il centro della Medicina della Donna e l’unità della Sorellanza.

Secondo la Tradizione dei Nativi, ciascuno stadio della crescita femminile viene festeggiato e spiegato alle giovani ragazze che stanno per diventare donne. L’insegnamento inizia prima dal del menarca ed è segnato dai Riti di Passaggio. Ogni femmina della Tribù viene rispettata per il fatto di essere una Madre della Forza Creatrice. A ciascuna ragazza viene spiegato il Ciclo della Luna quando è pronta a diventare una forza capace di regolare il flusso della marea, come Nonna Luna. La ragazza impara a rispettare il corpo e le sue necessità; inoltre, viene istruita sul significato di essere donna e preparata a prendere il proprio ruolo tra le altre donne della Tribù. Questo include l’apprendimento dei doveri di moglie e di madre, la pratica dell’artigianato, lo sviluppo della creatività, l’uso dell’intuizione, lo sviluppo dei talenti e delle qualità personali, la comprensione della Cerimonia e del Rituale, l’assistenza al parto e l’impiego della facoltà di collegarsi ai propri Totem personali e alla propria Medicina.

Durante il Tempo della Luna, alle donne non veniva permesso di cucinare, di danzare, di partecipare alle Cerimonie o di condividere le attività quotidiane con gli uomini. Molti al giorno d’oggi hanno frainteso questa usanza. La Tradizione vene dal fatto che le donne avevano bisogno di accudire loro stesse durante il periodo infecondo. Provate a pensare al sollievo che una tale pratica potrebbe procurare alla donna moderna e a tutta la sua famiglia, la quale si trova anche ad affrontare i mutamenti di umore tipici di questo periodo. Quelli che avevano frainteso questa pratica credevano che le donne fossero considerate sporche durante il loro Tempo della Luna, ma in realtà si trattava di un momento di grande onore per la donna. Era considerato un diritto sacrosanto della donna il fatto di potersi ritirare per essere accudita e nutrita da Madre Terra, poiché aveva già adempito alla propria responsabilità di nutrire gli altri durante tutto il resto del mese.

Gli insegnamenti peculiari della Tenda della Luna sono concepiti per permettere a ciascuna donna di rapportarsi alle energie della Madre e della Nonna. Il che vuole dire che i ruoli della donna vengono esplorati a fondo. Quello di Madre-Nutrice è un ruolo che la donna sperimenterà durante il suo cammino sulla Terra. Questo ruolo comporterà la gravidanza e il parto, ma anche la cura e l’amore incondizionato per i bimbi che crescono. I bambini sono rispettati per i talenti particolari che possiedono e vengono sempre guidati dalle madri ad accettare, onorare e sviluppare con gioia tali doti.

Ciascuna donna veniva preparata alla prima esperienza sessuale grazie alle numerose lezioni impartite dalle altre donne nella Tenda della Luna. La sessualità veniva vista come un naturale atto di fertilità. Come la Terra e il Sole creano il cibo per la sopravvivenza del Popolo, così l’uomo e la donna creano la prole tramite la condivisione del loro amore. Originaria mente la donna aveva quasi sempre l’ultima parola nella scelta del Guerriero con cui avrebbe condiviso la vita. L’unica eccezione alla regola era il caso in cui la donna veniva fatta prigioniera da un’altra Tribù o quando la famiglia era così povera da aver bisogno di un collegamento con abili cacciatori o con una famiglia più ricca che sarebbe a quel punto stata responsabile del benessere di entrambe le famiglie.

Perché le vecchie ferite possano essere risanate in modo definitivo e creativo, è opportuno che le donne si riapproprino del concetto della Tenda della Luna e si ritirino nella sanità della Sorellanza. Le donne devono imparare ad amare, a comprendere e quindi a curarsi le une con le altre. Ciascun individuo ha un lato maschile e un lato femminile. Ognuno ha bisogno di entrare nel silenzio del cuore per scoprire la bellezza del ritiro e della ricettività. Ritirarsi e digerire le sensazioni che le esperienze della vita hanno creato è una pratica di grande guarigione.

Tratto da

“La scoperta di sé attraverso la saggezza degli indiani d’America” di Jamie Sams