LA RUOTA DELLA MEDICINA –  La Via Amerindiana alla Conoscenza di Sè

LA RUOTA DELLA MEDICINA – La Via Amerindiana alla Conoscenza di Sè

Posted on 21 Dic, 2016

  Gli insegnamenti finora nascosti degli Indiani d’America, basati sulle loro antiche conoscenze sciamaniche, sulla saggezza che permetteva loro di essere in armonia con il loro ambiente e di rispettarlo, rispecchiano quello che chiamiamo “ La Via della Medicina”. Onoravano e rispettavano la vita in tutte le sue forme (uccidevano solo per necessità), considerando anche animali, piante e uccelli, come loro “parenti”, meritevoli quindi del loro rispetto ed affetto. Possedevano una profonda conoscenza dei misteri della vita, dello scopo dell’esistenza del mondo naturale e delle forze della natura che li circondava. I Nativi avevano una saggezza di valore inestimabile di cui il genere umano, oggi al bivio tra una nuove era di illuminata consapevolezza o di distruzione del Pianeta, necessita così disperatamente. Prima che gli Indiani fossero sopraffatti, gli Anziani rappresentanti delle principali tribù si riunirono e stabilirono che alcuni degli insegnamenti dovevano essere preservati e tramandati attraverso le generazioni, fino a quando avrebbero potuto essere di nuovo praticati apertamente. Durante quella cerimonia sacra venne assicurato che sarebbero stati riaccesi in un’altra era: sarebbe venuto un tempo in cui la terra si sarebbe trovata in pericolo e il riaccenderli avrebbe coinvolto popoli che non erano di sangue Indiano. Quel tempo è arrivato. Per gli Indiani la parola medicina significava “Potere”, una forza energetica vitale a cui si poteva attingere in “Completezza ed Integrità”. Medicina significava anche “Conoscenza” LA RUOTA DI MEDICINA La “Ruota di Medicina” potrebbe essere definita “Circolo di Conoscenza che ricostituisce il Tutto e da potere alla vita di un individuo”. Era il principale modo per spiegare l’esistenza, un mezzo per accrescere il potere e valorizzare la vita di un persona. Questo circolo di potere, la Ruota  di medicina, svolgeva molte funzioni: era la mappa della mente e della conoscenza del nostro scopo nella vita, e sempre uno strumento di lavoro per forgiare la propria persona, per sintonizzarci con le energie della Terra e con le forze invisibili della Natura. E’ il tempo in cui lo spirito degli Nativi ritorna e poiché questo cammino costruttivo non deve essere limitato ad una particolare razza, religione, nazione o gruppo, ma deve essere accessibile a tutti, qualcuno ha chiamato il periodo della sua accessibilità “ il Tempo dei Guerrieri dell’Arcobaleno” Per i Nativi americani ogni individuo che nasce, viene spinto da un soffio di vento delle quattro direzioni principali Nord, Sud, Est, Ovest, a seconda di quale vento sia predominante nel momento della nascita di tale bambino. Ogni vento ha delle particolari peculiarità a seconda della provenienza, e della sua rappresentazione. Il NORD è associato al colore bianco, è il colore della purezza, è il colore dell’equilibrio, ma è anche il non-colore che assorbe tutti gli altri. E’ la trasparenza: infatti è associato all’elemento Aria. E’ associato ai pensieri e all’anima di tutti gli esseri viventi. L’Aria rappresenta anche la comunicazione, poiché riesce a sfiorare...

more info
IL POTERE DEGLI ANIMALI

IL POTERE DEGLI ANIMALI

Posted on 14 Dic, 2016

Gli sciamani hanno per lungo tempo creduto che i loro poteri fossero i poteri degli animali, delle piante, del sole e di tutte le energie fondamentali dell`universo.  Nel giardino Terra, essi hanno attinto a questi  poteri per salvare altri uomini dalla malattia e dalla morte, per infondere loro forza e vigore nella vita quotidiana, per comunicare con tutte le creature compagne dell`uomo e per condurre un`esistenza gioiosa in armonia con la totalità della Natura.   Ogni animale che corra, strisci, nuoti o voli ha un suo scopo perchè ogni creatura è un Pensiero nella mente del Grande Spirito e in un certo modo è espressione di Wakan Tanka.   In un viaggio sciamanico  è possibile incontrare degli animali  di potere che hanno anche essi la loro espressione ed il loro scopo; sebbene un animale di potere assuma l`apparenza di un animale fisico o mitico, esso non esiste nel mondo fisico; esiste però nella realtà non ordinaria ed i suoi effetti  si faranno  sentire nella vita quotidiana.   Dunque per quanto un animale di potere possa essere considerato immaginario  è contemporaneamente anche reale ed è fonte di potere benefico. Ma cosa è un animale di potere e che funzione ha nell`esperienza sciamanica?   Essenzialmente ci sono quattro tipi di potere: un potere energizzante un potere possente, che controlla tutto ciò a cui viene applicato un potere che è l`abilità di compiere un lavoro un potere che è l`investitura dell`autorità   I dizionari definiscono  un animale come una creatura  dotata di intelligenza, capacità sensoriali e movimento. Un animale di potere potrebbe essere descritto come una fonte di  potere  rienergizzante in forma animale, con un movimento intelligente.   Un animale di potere è un`espressione in forma animale di un`energia o forza spirituale intangibile: è uno schema spirituale proveniente dal subconscio  e dall`inconscio  a cui lo spirito  umano ha dato  vita. In altri termini  la forma animale  descrive la natura, gli attributi  e il comportamento  di una forza essenzialmente spirituale che ha l`abilità di eseguire certe opere e dar loro espressione nell`esistenza materiale , ed è un aspetto della nostra natura animale.   Un animale di potere è quindi uno schema energetico che porta con se abilità che lo caratterizzano.   Queste qualità e caratteristiche non sono quelle di un singolo animale, ma piuttosto dell`anima del gruppo  perfetta di un`intera specie animale il cui eco è contenuto nel nostro sistema energetico perchè è un aspetto  della nostra natura animale. E` la Forza Vitale in forma animale archetipica che può trovare espressione in termini umani.   Quindi, sebbene un animale di potere possieda tutte le qualità della sua controparte animale terrena, esso fornisce un`energia fisica, emotiva, mentale e spirituale che può essere umanamente espressa. Creando una connessione con questa fonte energetica possiamo attingere alle sue qualità caratteristiche. Abbiamo tutti degli animali di potere che ne siamo consapevoli oppure no e...

more info
Chi è uno Sciamano?

Chi è uno Sciamano?

Posted on 8 Nov, 2016

In un’epoca in cui la maggior parte della superficie del pianeta è già stata esplorata, l’umanità sente il bisogno di soddisfare un suo innato spirito di avventura e di sperimentare ancora il brivido della scoperta andando oltre la Terra, nelle regioni inesplorate fuori dall’atmosfera planetaria nello Spazio Esterno. Ma vi è un’altra frontiera alla quale la maggioranza non presta attenzione per quanto venga sperimentata da alcuni. Costituisce una sfida esattamente come il viaggio spaziale degli astronauti, ma non richiede imponenti investimenti finanziari nè allenamenti rigorosi per spingere il corpo fisico ai suoi limiti, e la sua esplorazione non ha bisogno di essere svolta da poche e speciali persone. E’immediatamente disponibile per tutti ed è estremamente gratificante in termini di autosviluppo e dei benefici personali causati dalla sua esplorazione. E’il regno non fisico dello sciamano. Per lo sciamano lo spazio è qualcosa che ha certe caratteristiche proprio come una sostanza fisica. E lo spazio esiste non soltanto intorno e fra le cose ma anche dentro alle cose perchè, come ha scoperto la scienza, la materia fisica con la sua apparenza di solidità, dopo tutto non è affatto solida ma è composta di atomi i quali a loro volta consistono ampiamente di spazio. Questo “spazio interiore” può essere esplorato e sperimentato: è il “mondo dello sciamano” il quale è un esploratore non tanto di un lontano pianeta dello spazio esterno, quanto l’esistenza non fisica del mondo interiore dello Spazio Interno. Tramite questa sua esplorazione lo sciamano può percepire cose che altri non riescono a vedere, può espandere ed estendere la propria coscienza fino ad esperire realtà che sono al di là delle apparenze fisiche dell’ordinaria vita quotidiana. In questo regno non ordinario lo sciamano scopre che anche il tempo non è ciò che sembra: non è come si credeva costante, ma è elastico e può essere allungato o contratto. In questa nuova dimensione lo sciamano sperimenta una consapevolezza capace di penetrare i vincoli del mondo fisico, di andare al di là della logica mentale. Ma chi è lo sciamano? Lo sciamano è colui che conosce l’ “estasi” ; è proprio l’esperienza estatica a distinguere lo sciamano, l’esperienza di ottenere informazioni guida, aiuto, consiglio, guarigione e forza entrando in connessione con l’energia interiore innata in ogni cosa. Questa è l’esperienza di un’altra realtà, una realtà che si trova al di là delle leggi fisiche e chimiche, una realtà dello spirito da cui deriva la realtà della materia. Uno sciamano è colui o colei che comprende che la vita e il sacro è in ogni cosa e che molte sono le vie per sperimentarla. Lo sciamano quindi tratta tutto con eguale rispetto ed impara a riconoscere lo spirito essenziale della vita in ogni cosa, così facendo impara a capire se stesso e l’interdipendenza di tutte le cose. Lo sciamano impara a vedere ogni aspetto della vita sotto questa...

more info