Pin It
La Chiave Maestra

La Chiave Maestra

Sfoglia il calendario per trovare il prossimo incontro

 

Incontro con le meditazioni di Osho

 

“La meditazione ti può portare verso la tua natura. Può renderti intelligente, può renderti amorevole, può renderti spontaneo, può renderti responsabile. Può farti diventare una benedizione per te stesso e per l’Esistenza. Ad eccezione della meditazione non ci sono altri metodi che ti possono aiutare. Questa è la Chiave. La Chiave Maestra”

Osho

 

La meditazione ci aiuta ad esplorare la nostra anima per imparare a capire e ad accettare ciò che siamo realmente arrivando a riconoscere questi gesti inconsci che compiamo automaticamente e che ci rendono schiavi, fino a liberarci da essi e da tutti i comportamenti che non sentiamo nostri.

Ma per meditare non è necessario ritirarsi su una montagna, lontano da tutto e da tutti.

La meditazione va integrata nella vita quotidiana e usata come strumento per affrontare con maggiore sicurezza e armonia qualsiasi situazione, eliminando competizione, ansia, stress nel lavoro, negli affari, nella famiglia, nei rapporti con gli altri.

La maggior parte delle tecniche di meditazione ha origine in Oriente. Non hanno mai preso in considerazione l`uomo occidentale sostanzialmente differente dall`uomo orientale.

Potremmo definire l`uomo orientale molto paziente, migliaia di anni di insegnamento lo hanno portato ad essere paziente in qualunque condizione e situazione. Mentre la mente dell`uomo occidentale è estremamente impaziente e condizionata dagli avvenimenti esterni come il successo ed il fallimento, la ricchezza e la povertà, la salute e la malattia.

Quindi gli stessi metodi non possono essere utilizzati per entrambi.

La mente orientale è lenta perchè non ha nessun motivo di essere veloce. La vita segue il suo corso e tutto è determinato dal “fato”. Gli orientali credono nell`esistenza di più vite per cui ….perchè dovrebbero avere fretta? Tutto ciò ha creato dei ritmi molto lenti nella sua società riscontrabili anche nel diverso progresso tecnologico.
Per utilizzare le stesse tecniche questi due tipi di mente devono essere portate ad uno stato simile.

L`occidentale dovrà gettare via tutte ciò che non serve di cui la sua mente è piena.

Finchè non si sarà svuotato non potrà stare seduto in silenzio.

E` come dire ad un bimbo di stare seduto in silenzio in un angolo della stanza, lo si costringe a reprimere un vulcano di energie.

Il modo migliore è prima dirgli: “Corri per dieci minuti e poi torna e siediti in un angolo”.

I metodi catartici servono ad eliminare tutta l`impazienza, la velocità, la fretta, le repressioni.

Quando la mente è vuota ci si sorprende nel vedere che dietro la mente sta il vero tesoro, il proprio essere.

OSHO, uno dei più grandi e discussi maestri spirituali del nostro secolo, è colui che meglio ha saputo unire Oriente ed Occidente, valorizzando quello che c`è di positivo nella nostra cultura e fondendolo con la spiritualità orientale.

La sua visione rivoluzionaria della vita ha influenzato milioni di persone a partire dagli anni Sessanta, quando iniziò a sviluppare le tecniche di meditazione dinamica.
Ecco qui di seguito alcune tra le tante tecniche di meditazione create da Osho:

 

Meditazione Dinamica

E’ la meditazione più essenziale ed è quella più conosciuta. Si compone di cinque stadi: i primi tre devono essere praticati con totalità, in modo che nel corpo non resti alcuna energia statica; in questo modo la mente non avrà più alcun alimento per creare pensieri, sogni e immaginazioni. Esaurendo l’energia nell’estroversione, all’improvviso ci si ritrova dentro di sé. Il quarto stadio è una osservazione silenziosa, un essere testimoni. Nel quinto si celebra e si danza. Questa meditazione va fatta al mattino presto.

 

Meditazione Kundalini

E’ la meditazione del tramonto, Attraverso questa tecnica di meditazione attiva possiamo lasciare andare ciò che abbiamo accumulato durante la giornata. Attraverso il movimento, esprimendo ciò che abbiamo trattenuto, possiamo scivolare in uno spazio di silenzio interiore.

 

Meditazione Nataraj

E’ danza eletta a metodo di meditazione. “Dimentica colui/colei che danza” Questa è meditazione. Danza così intensamente da dimenticare che sei tu che danzi e da sentire che sei tu la danza.

 

Meditazione Chakra Breathing

Questa tecnica permette di usare la forza dinamica del respiro, collegandolo all’energia dei sette chakra, portando allineamento, centratura, equilibrio, espansione.

 

Meditazione Chakra Sound

Questa meditazione apre e dona consapevolezza ed armonia ai chakra attraverso il suono che scaturisce dalla propria voce accompagnato dalla musica. Questa meditazione può condurti a profonda pace e silenzio interiore.

 

Meditazione No Dimension

E’ una introduzione alla danza roteante dei Dervisci, della tradizione Sufi. Una delle tecniche più antiche: ruota su te stesso come fanno i bambini, come se il tuo essere interiore fosse diventato un centro e tutto il tuo corpo una ruota. Una danza ottima per centrarsi.

 

Meditazione Nadabrahama

E` una antica tecnica tibetana. Il suo nome deriva da nada=suono sacro e brahma=il dio del tutto, la coscienza cosmica.
In origine veniva praticata nelle prime ore del mattino ma si può adattare a qualsiasi momento del giorno. Usando la vibrazione del mantra OM è possibile riportare l’armonia a tutti i livelli.

 

Meditazione Devavani

Devavani è la “Voce Divina” che prende vita e parla attraverso colui che medita e diventa un vasto vuoto, un canale. E’ basata su una antica tecnica: il Lathian. Rilassa profondamente la mente cosciente.

 

Meditazione Gourishankar

Respiro e Lathian sono gli strumenti principali di questa meditazione. Una meditazione, come ha detto Osho, che può portare alle altezze dell’Everest: il Gourishankar.

 

Meditazione Prayer

L’incontro tra la terra e il cielo. Apertura e attesa, un’attesa vibrante priva di desiderio: “Quando non chiedi nulla, quando rimani semplicemente in silenzio e tuttavia sei aperto, pronto a qualsiasi cosa, quando sei in uno stato d’animo di semplice ricettività, disponibile, allora la preghiera accade”.

 

Meditazione Vipassana

“Se riesci a rimanere presente al respiro, ti ritrovi nel “Qui e Ora”.
Vipassana è la meditazione dell’Essenza. Seduti, semplicemente, senza fare nulla, diventi un calmo lago di energia che si espande sempre di più e diventa sempre più profondo.

Share